Ichnussa

la biblioteca digitale della poesia sarda

Quattro mori

Alba ulassese

Ottone Baccaredda

(Cagliari 1849 - 1921)

 

 

Nato a Cagliari il 20 dicembre 1849 da Efisio ed Efisia Poma; morto a Cagliari il 26 dicembre 1921.

Laureato in giurisprudenza, insegnò diritto penale nell’Università di Cagliari. Si interessò di letteratura, poesia, anche dialettale, storia, filosofia e giornalismo. Scrisse commedie, racconti e romanzi.

Come sindaco di Cagliari curò l’abbellimento della città secondo un’etica borghese, che gli valse continui attacchi da parte del giornale locale “Il paese”, soprattutto dopo i moti del 1906, causati dal malessere economico, che travagliava la città. Fu anche per un triennio deputato al Parlamento.

 

Opere

Roccaspinosa, Genova, 1874.

La donna di fronte alla legge penale, Cagliari, 1877.

Amico d’infanzia (commedia), Cagliari, 1879.

Bozzetti sardi, Cagliari, 1881.

L’Ottantanove cagliaritano. Note di cronaca, Cagliari, 1909.

 

Bibliografia critica

R. Carta Raspi, Bacaredda Ottone, romanziere (Biografia), in Artisti, poeti e prosatori di Sardegna. I contemporanei, Cagliari, 1927.

R. Ciasca, Bibliografia sarda, Roma, 1931-34, vol. I, pp. 115-117, nn. 1098-1118.

R. Bonu, Scrittori sardi, Sassari, 1961, vol. II, pp. 780-783.

Fra Gavino. Di Ozieri. Missionario dell’ordine dei cappuccini, autore di numerose canzonette spirituali, morì molto vecchio nel 1829.

 


Opere disponibili:

A Lugori Estratto da Sa rivoluzzioni Estratto da

 

Home
Home
Scrivici
Indietro
indietro

_______________________________________________________________

© 2005-2017 Ass. cult. "Sa perda e su entu" - Ulassai. Giuseppe Cabizzosu