Poeti sardi

Ichnussa

Progetto di pubblicazione e divulgazione libera della grande poesia in lingua sarda

 

Gaetano Canelles

(Cagliari 1876 - 1942)

 

 

 

Nato a Cagliari l'11 gennaio 1876 ed ivi deceduto il 2 aprile 1942, Gaetano Canelles discendeva da una delle più antiche famiglie patrizie isolane. I Canelles, infatti, appartenevano ad una casata catalana sbarcata nell'isola durante la conquista dell'Infante Alfonso da quale fu infeudata del territorio di Canyelles nei pressi di Iglesias. Il discendente di maggior gloria fu Nicolò Canelles, vescovo di Bosa e familiare di Giulio III cui fu a torto attribuita l'introduzione della stampa nell'isola - in realtà introdotta da Salvatore Da Bologna nel 1493 - ma del quale fu reale merito la diffusione della cultura nel Cinquecento sardo con la sua tipografia cagliaritana. Pure con il passaggio della Sardegna ai Savoia i Canelles mantennero sempre una posizione di rango nella vita amministrativa isolana.

Gaetano fu un alto magistrato che coltivò per tutta la vita la poesia popolareggiante. La sua opera circolò quasi completamente solo manoscritta e molta parte di essa è andata perduta. Solo grazie al figlio dell'autore, l'artista Cosimo Canelles, si è riusciti a recuperare 25 composizioni nell'archivio di famiglia.

 


Opere disponibili:

 

Home

indietro

© 2005 - 2008  Giuseppe Cabizzosu