<

Ichnussa

la biblioteca digitale della poesia sarda

Quattro mori

Alba ulassese

Casula M. Carla

(Sassari - )

 

 

 

Carla M. Casula nasce a Sassari, vive tra Alghero e Macomer, studia Glottologia all'Universitą di Cagliari, si dedica a ricerche di Linguistica Sarda analizzando il lessico arcaico e raffrontandolo con quello delle altre Lingue Romanze. E' autrice di numerosi racconti, componimenti religiosi e poesie in Lingua sarda, scritti nella variante logudorese con commistioni di nuorese-barbaricino e pubblicati in alcuni periodici culturali isolani e nazionali. Nel dicembre del 2006 con “Prenda istimada” si č aggiudicata il 2° premio al Concorso Letterario “Escalaplano e la poesia”. La sua prima silloge poetica in Lingua Italiana “Scialli di luna” (Nemapress editrice – 2002), con la quale ha rappresentato la Sardegna all'incontro dei giovani poeti d'Europa avvenuto a Firenze nel dicembre del 2003, ha prestato il titolo ad una manifestazione di moda, svoltasi a Castiadas e trasmessa dall'emittente televisiva Videolina. La seconda raccolta di poesie “Parole all'orizzonte” (Nemapress editrice – 2005), contenente diversi componimenti a carattere storico ed alcuni stralci descrittivi del paesaggio sardo, č introdotta dalla lettera-prefazione della scrittrice Paola Lucarini Poggi. Giornalista pubblicista, dal 2006 al 2008 ha scritto articoli di cultura per il settimanale “l'Ortobene” ed attualmente collabora col mensile “Logosardigna” fornendo il suo contributo nell'ambito della Linguistica Sarda.

 


Opere disponibili:

  1. Poesie (5 poesie)Estratto da

 

Home
Home
Scrivici
Indietro
indietro

_______________________________________________________________

© 2005-2017 Ass. cult. "Sa perda e su entu" - Ulassai. Giuseppe Cabizzosu