Ichnussa

la biblioteca digitale della poesia sarda

Quattro mori

Alba ulassese

Concas Giuseppe

(Bolotana 2/9/1932 - )

 

 

 Giuseppe Concas, meglio noto come "Peppe Mutzigone", č nato il due settembre del 1932 a "Coronas", caratteristico agglomerato urbano ai piedi del cucuzzolo "Sa Pattāda", che intorno al 1317, in contemporanea con "Sas roccas de santu Basile", secondo il Casalis, si sono edificati i primi insediamenti di Bolotana, splendida cittadina del "Marghine". Peppe č cresciuto nell'ambiente agro-pastorale, dove ha appreso e fatto tesoro, sin da ragazzo l'amore per il prossimo e il rispetto verso i valori della vita. Sin da giovanissimo ha voluto sperimentare positivamente, oltre al pastore, altre possibilitā nel mondo del lavoro. E' stato uno dei tanti che, nei primi anni Cinquanta, ha contribuito, alle dipendenza dell'impresa Vigna come operaio, alla realizzazione dello sbancamento per la costruzione dell'attuale provinciale che collega Bolotana con la statale 131. In seguito, ha voluto proporsi come piccolo imprenditore, prima in societā, nella realizzazione di manufatti di cemento, per poi fare l'autotrasportatore, attivitā che lo ha portato sino al suo pensionamento. E' stato tra i fondatori dell'Associazione Cacciatori, impegno che ha voluto fosse dedicato, maggiormente alla salvaguardia della selvaggina e al rispetto dell'ambiente. L'amore per la poesia č stato ereditato dai suoi antenati. Il padre "Tziu Zuseppe Concas" era considerato una "Perla" dell'improvvisazione. Purtroppo, come spesso č accaduto per altri suoi contemporanei, non sono rimasti scritti, ma sono ancora oggi, ben vivi nella memoria di vecchi ed appassionati. A "Coronas" con la collaborazione di un gruppo di amici, impreziosivano le serate, esprimendosi in versi estemporanei, raccontando gli avvenimenti del paese, spesso in modo critico, ma costruttivo. Probabilmente per tutti, era l'unico modo per sapere le novitā che coinvolgevano la stessa comunitā. Oggi l'amico Giuseppe Concas, con le sue poesie č apprezzato in tutta l'isola. I versi non scaturiscono a tavolino, lui č sempre rimasto un autentico improvvisatore, ha cercato di adattarsi ai tempi moderni, ma con naturalezza, senza stravolgere il suo originale modo di esprimersi.



Opere disponibili:

Poesie (111 poesie)
Estratto da



 

 

Home
Home
Scrivici
Indietro
indietro

_______________________________________________________________

Š 2005-2017 Ass. cult. "Sa perda e su entu" - Ulassai. Giuseppe Cabizzosu