Ichnussa

la biblioteca digitale della poesia sarda

Quattro mori

Alba ulassese

Benvenuto Lobina

(Villanovatulo 1917 - Sassari 1993)

 

 

Nato a Villanovatulo (Nuoro) nel 1917 e morto a Sassari nel 1993. Fondò, nei primi anni Trenta del Novecento, a Cagliari, un circolo futurista che faceva capo all'architetto Enzo Paccagnini. Combattè nella guerra d'Etopia e nella seconda guerra mondiale. Scrittore in sardo e italiano, funzionario nell'amministrazione delle Poste di Sassari, ha ricevuto numerosi riconoscimenti sia in ambito regionale, vincendo nel 1964 il premio "Ozieri" di poesia dialettale, e nel 1974 quello "Lanciano. Rivoltosi alla narrativa, vinse il premio Casteddu de sa fae di Posada per il romanzo Po cantu Biddanoa (Cagliari-Sassari, 2D Editrice Mediterranea, 1987), redatto in lingua sarda nella variante campidanese e da lui tradotto in italiano. Inoltre, tradusse in sardo poeti e prosatori ispano-americani. In suo onore, il comune di Villanovatulo ha istituito un premio per opere poetiche in lingua sarda.

 


Opere disponibili:

 

Home
Home
Scrivici
Indietro
indietro

_______________________________________________________________

© 2005-2011 Ass. cult. "Sa perda e su entu" - Ulassai. Giuseppe Cabizzosu