Poeti sardi

Ichnussa

Progetto di pubblicazione e divulgazione libera della grande poesia in lingua sarda

 

 Francesco Ignazio Mannu

(Ozieri 1758 - Cagliari 1839)

 

 

 

Nato ad Ozieri il 18 maggio 1758, morto a Cagliari nel 1839. Di nobile famiglia, fu giudice della Reale Udienza e partecipò a fianco dell’Angioy alla rivolta dei vassalli contro i feudatari quando i Sardi, presa coscienza della propria forza, dopo la vittoria contro i Francesi dell’ammiraglio Trouguet, sul finire del ‘700, reclamarono dai baroni e dai Piemontesi il diritto a concorrere al governo dell’isola.

Lavorò per un certo periodo a un compendio di vocabolario sardo, ma la sua opera più conosciuta consiste in un componimento contro i feudatari isolani, Su patriottu sardu a sos feudatarios, che si diceva stampato clandestinamente in Corsica alla fine del ‘700 e poi pubblicato a Cagliari nel 1923: è comunque una delle pagine più note della poesia sarda, in dialetto logudorese.

 

Opere

Su patriottu sardu a sos feudatarios, Cagliari, 1923.

Su patriota sardu a sos feudatarios, a cura di L. Carta, Cagliari, Centro di Studi Filologici Sardi/Cuec, 2002.

Su riu, in P. Pisurzi, S’imbustu, Sassari, 1914, 16°, p. 16.

 

Bibliografia critica

R. Ciasca, Bibliografia sarda, Roma, 1931-34, vol. III, pp. 37-38, nn. 10427-10428.

G. Siotto Pintor, Storia letteraria di Sardegna, Cagliari, 1843-44, vol. IV, pp. 286-287.

F. Alziator, Storia della letteratura di Sardegna, Cagliari, Edizioni della Zattera, 1954, pp. 295-300.

R. Bonu, Scrittori sardi, Cagliari, 1972, vol. I, p. 314.

Il meglio della grande poesia in lingua sarda, a cura di M. Brigaglia, Sassari, 1975, pp. 105-129.

N. Tanda, Letterature e lingue in Sardegna, Sassari, Edes, 1984, pp. 27-28.

 


Opere disponibili:

 

Home

indietro

© 2005 - 2008  Giuseppe Cabizzosu