Ichnussa

Progetto di pubblicazione e divulgazione libera della grande poesia in lingua sarda

f

 

Melchiorre Murenu

(Macomer 1803 - 1854 )

 

 

 

Nato a Macomer nel 1803 da Battista Ledda Murenu e Angela Ledda, morì nell’ottobre 1854. Sin da piccolo adottò il cognome della nonna paterna. La sua era una famiglia di piccoli proprietari ridotta alla miseria dopo l’arresto e la scomparsa del padre, probabilmente morto in carcere. Mentre i fratelli potevano andare servi, egli, reso cieco dal vaiolo all’età di tre anni, non poté trovare lavoro.

Povero e analfabeta quindi, ma dotato di memoria prodigiosa: elaborò una sua cultura attraverso l’assimilazione di quella paesana e i discorsi dei predicatori. Divenne inoltre celebre nell’Isola per la sua vena di improvvisatore moralista e ironico, secondo l’umore e l’argomento.

A proposito della sua morte, varie e contrastanti sono le versioni proposte: alcuni studiosi sostengono la tesi secondo la quale il poeta sarebbe stato ucciso da alcuni Bosani, risentiti per i versi mordaci contro la loro città, altri sostengono che sarebbe stato un esattore di Sassari a far uccidere il Murenu, per vendicare le offese rivolte alla figlia in una ben nota poesia, e altre ancora.

 

Opere

Il giudizio universale: ottava serrada di 72 ottave, Bosa, Tipografia Vescovile F. Macchi, 1838.

Sa giovana vana, capricciosa e libertina. Sas immondizias de Bosa, in G. Loria, Sa tabacchera e su corru, s.l., s.n., s.d.

Sa giovana vana, capricciosa e libertina (cumponimentu in sesta torrada). S’immondizia de Bosa (cantone satirica in sesta serrada). Risposta a sa cantone precedente. Sa cantone de su correddu (ottava serrada), a cura di G. Loria de Romana, Sassari, Ubaldo Satta, 1906.

Canzone sarda di Melchiorre Murenu da Macomer: Metropoli, Tempio, ditta G. Tortu, s.d.

Canzone sarda: Sa cunfessione, Tempio, ditta G. Tortu, s.d.

Canzone sarda: Dae sa creazione de Adamu a sa nascita, passione e morte de Gesù Cristu, Tempio, ditta G. Tortu, s.d.

Cantone sarda de Melchiorre Murenu: Su giudissiu universale e sa giudicadura chi depet fagher su supremu giuighe, Lanusei, Tipografia Sociale, 1887.

Subra su giudiziu universale ei sa giudicatura chi devet fagher su supremu giuighe: cantone sarda de Melchior Murenu, Oristano, Tipografia Arborense, 1890.

Su giudiziu universale, Lanusei, Tipografia Vacca-Mameli, 1892.

Su giudiziu universale: cantigu in limba sarda logudoresa cumpostu dae su poeta Melchiore Murenu, Sassari, Ubaldo Satta, 1901.

Su Giudiziu Universale: Cantigu cumpostu in limba sarda logudoresa dae su poeta Melchiorre Murenu, Sassari, Ubaldo Satta, 1902.

Su giudiziu universale, Ozieri, Tipografia e leg. Giovanni Satta, 1911.

Subra su giudiziu universale e sa giudicatura chi devet fagher su supremu giuighe, Oristano, Tipografia P. Carta, 1920.

Su giudiziu universale, Ozieri, Tipografia F. Niedda, 1934.

Cantone sarda de Melchiorre Murenu: Dae sa creazione de Adamu a sa nascita, passione e morte de N.S. Gesù Cristu, Lanusei, Tipografia Vacca-Mameli, 1889.

Cantone sarda: Sa cunfessione, Lanusei, Tipografia Vacca-Mameli, 1890.

Dae sa creazione de Adamu a sa nascita, passione e morte de N. S. Gesù Cristu, Oristano, Tipografia Arborense, [1890].

Dae sa creazione de Adamu a sa nascita, passione e morte de N. S. Gesu Cristu, Cagliari, Tipografia Gia A. Timon, 1892.

Cantone sarda: Dae sa creazione de Adamu a sa nascita, passione e morte de N. S. Gesù Cristu, Lanusei, Tipografia Vacca-Mameli, 1893.

Dae sa creazione de Adamu a sa nascita  passione e morte de N. S. Gesu Cristu, Lanusei, TipografiaVacca-Mameli, 1896.

Sa creazione de Adamu e sa nascita, passione e morte de N. S. Gesu Cristu: Cantigu cumpostu in limba sarda logudoresa dae su poeta Melchiorre Murenu, Sassari, Ubaldo Satta, 1902.

Cantone sarda: Sa creazione, Lanusei, 1912.

Dalla creazione di Adamo alla nascita, passione e morte di N. S. Gesù Cristo, Oristano, Tipografia S. Pascuttini, 1926.

Sa creazione de Adamu, Ozieri, Tipografia F. Niedda, [1933].

Dalla creazione di Adamo alla nascita passione e morte di N. S Gesu Cristu: poesia sarda, Oristano, Tipografia S. Pascuttini, 1934.

Dialogu tra unu penitente e unu cunfessore: Ottava rima serrada, Cagliari, Tipografia Gia A. Timon, 1892.

Dialogu tra unu penitente e unu cunfessore. S’anima dannada. Cumbidu a su peccadore a si cunvertire, Oristano, Tipografia S. Pascuttini, 1926.

Le più belle poesie, a cura di R. Carta Raspi, Cagliari, Ed. Della Fondazione il Nuraghe, s.d., fasc. 7.

Prima supplica all’Ill.mo Rev.mo Monsignor Bua, foglio volante, Oristano, Tipografia Arborense, s.d.

S’anima dannada a sa presenzia de su tribunale divinu (ottava serrada): Cantigu cumpostu in limba sarda logudoresa. Cumbidu a su peccadore pro si cunvertire (sesta torrada): improvvisada su sero de sas missiones de su 1842, Sassari, Ubaldo Satta, 1906.

S’invidia s’impostura e sa murmurazione: Cantigu cumpostu in limba sarda logudoresa dae su poeta Melchiorre Murenui, Sassari, Ubaldo Satta, 1906.

S’invidia, s’impostura e sa murmurazione: poesia sarda, Oristano, Tipografia S. Pascuttini, 1927.

S’istadu de Sardigna e Su peccadori moribundu: cantones sardas de Melchiorre Murenu, pro cura de Pedru Barbanu, Cagliari, Tipografia Unione Sarda, 1906.

Sas tres rosas. Sa femina immodesta e isfrenada. S’amante costante. Avvertimentos de moralidade, Sassari, 1907.

Su chelvu e-i sa pischina, in P. Pisurzi, S’imbastu, Sassari, Ubaldo Satta, 1907.

Su cunfessore et su penitente. Sos ingannos de su mundu, Sassari, Ubaldo Satta, 1902.

Bendidu t’has su campu fioridu. Sas immondizias de Bosa, in P. Mossa, Flora amada, Ozieri, Tipografia G. Satta Areddu, 1913.

S’anima dannada. Cumbidu a su peccadore a si convertire, Sassari, 1914.

Su campu fioridu, Oristano, Tipografia S. Pascuttini, gennaio 1927.

Su campu fioridu. Sas immondizias de Bosa, Ozieri, Tipografia F. Niedda, 1932.

Su campu fioridu, “S'Ischiglia", Cagliari, VI, 3, 1954, pp. 301-302.

Canzone sarda subra su giudiziu universale e sa giudicatura chi devet fagher su supremu giuighe, Oristano, Tipografia S. Pascuttini e C., 1933.

Poesie: Melchiorre Murenu, Cagliari, Ed. della Fondazione Il Nuraghe, 1953.

Di se stesso [Deo so su Murenu isconsoladu], “Il Convegno”, Cagliari, VII, 9-10, 1954, p. 7.

Povertà [Su viver de afflittu est un’istadu], Il Convegno”, Cagliari, 7, 9-10, 1954, pp. 16-17.

Canto satirico [Torradiche a su buscu], “Il Convegno”, Cagliari, VII, 9-10, 1954, pp. 17-18.

Esortazione [Cale reposu e recreu], Il Convegno”, Cagliari, VII, 9-10, 1954, pp. 18-19.

Poesie in lingua sarda, a cura di Francesco Pinna Piras, Macomer, M. Puggioni Pinna, 1955.

Sa dinda, “S’Ischiglia”, Cagliari, VI, 10-11, 1954, p. 451.

Sa povertade, “S'Ischiglia", Cagliari, VIII, 9-10, 1956, pp. 405-407.

Tutte le poesie: le più popolari composizioni del cantore cieco di Macomer, introduzione, commento e note a cura di F. Pilia, Cagliari, Edizioni della Torre, 1979. 1982. 1990.

 

Bibliografia Critica

Poesie Popolari Sarde, prefazione S. Mele, Cagliari, Tipografia Nazionale, 1883, vol. I, pp. 173-181.

Sardegna terra di poesia: Antologia della poesia sarda, a cura e con prefazione di R. Carta Raspi, Cagliari, ed. della Fondazione Il Nuraghe, 1930, pp. 193-198.

R. Ciasca, Bibliografia sarda, Roma, 1931-34, vol. III, pp. 206-207, nn. 12002-12018.

“Il Convegno”, [Numero speciale su Melchiorre Murenu] Cagliari, VII, 9-10, 1954 [G. Pitzalis, Premessa alle onoranze. F. Alziator, Presupposti per una critica su l’opera di Melchiorre Murenu. B. Cara-G. Gabriel-G. Pinna, Il Cieco Veggente. S. Ruju, Su Giudissiu universale. N. Valle, Il bardo del Marghine].

Il meglio della grande poesia in lingua sarda, Edizioni Della Torre, Cagliari, 1977, pp. 195-204.

R. Carta Raspi, Il poeta del Marghine, “S'Ischiglia", Cagliari, VI, 3, 1954, pp. 302-304.

A. Dettori, nota a Sa Dinda, “S’Ischiglia”, Cagliari, VI, 10-11, 1954, pp. 452-453.

A. Dettori, Aneddoti del poeta, “S’Ischiglia”, Cagliari, VI, 10-11, 1954, pp. 455-456.

A. Dettori, L'accecato uccello canta, “S’Ischiglia”, Cagliari, VIII, 9-10, 1956, p. 414.

S. Cambosu, Omaggio a Murenu, “S'Ischiglia", Cagliari, VIII, 9-10, 1956.

G. Spano, Canzoni popolari inedite storiche e profane in dialetto sardo centrale ossia logudorese, Cagliari, Tipografia del Commercio, 1870, pp. 25-30, pp. 58-61, pp. 65-66, pp. 151-156, p. 158, pp. 161-164, pp. 182-184, pp. 189-192, pp. 267-269.

V. Mossa, Almanacco di Sardegna, Sassari, Libreria Editrice Dessì, 1973, pp. 100-101.

Il meglio della grande poesia in lingua sarda, a cura di M. Brigaglia, Cagliari, 1975, pp. 179-210.

 


Opere disponibili:

A_Pedru_Sedda & Abba de una pischina &
Allegria & Amabile_columba &
Amigu_'e_sos_affannos & Amore_contrariadu &
Aritzo_isbregunzidu & A santu Pantaleo &
Bendidu t'has & Beni como, peccadore &
Bidea_macca & Bosincu_disprezziadu &
Cando_cantat_Murenu & Columbina &
Contra sos framassones & Crudele_tirannia &
Decottu_de_chimbanta_raighinas & Deghe prezettos  
Deo_Melchioro_Murenu & De Pancraziu giamadu &
Dinda_troppu_fantastica & Dogni_mirada_tua &
Duina & Gosos de Nostra Segnora de su Succursu &
Gosos de santa Rughe & Gosos de santu Pantaleo &
Isperanzia & Ispiju de santitade &
Istesit_consizada_e_avvertida & Maloccu_traitore &
Mamma de dolore & Maria_isconsolada &
Metropoli, est dovere si cungregas & Non mi leo fadiga ne mattana &
Non_vivas_annuzzada & Peccadore non vivas pius dormidu &
Penas_de_amore & Penosa dispedida &
Preziosu tesoro & Risposta_de_su_bosincu &
S'amante in disisperu & Sa_boria_tua_macca_e_vana &
Sa_brulla_de_Merchioro & Sa_columba_fuida &
Sa_contissa_e_Melchioro & Sa_cresia_de_santu_Pantaleo &
Sa_fama_'e_Melchioro & Sa_libertina &
Sas_beffes & Sas isporchizias de Bosa &
S'esorcisimu & S'istadu de Sardigna (estratto) &
S'opera de Deus & Sos_boes_mios_cun_sos_tuos &
Sos_saludos & Su_chivarzinu &
Su cont'e Giuanne & Su_donu_'e_sa_bellesa &
Su_giudissiu universale &

Su_giuramentu & Su_pische_infettu &
Supplica_a_Munsignore_Bua & Su_prinzipe_de_Fonne &
Su santu matrimoniu & Tres_ingratas &
Tres_rosas &    
       

 

© 2005 - 2014  Giuseppe Cabizzosu