Poeti sardi

Ichnussa

Progetto di pubblicazione e divulgazione libera della grande poesia in lingua sarda

 

Giuseppe Soru

(Ottana 1815 - 1872)

 

 

Figlio di Pasquale e di Mariangela Madau, sposò Caterina Sedda. Poeta pastore analfabeta. Autore di molte poesie molte delle quali andate perdute. Di particolare rilievo il poema “Fide, morte e passione de N. S. Gesù Gristu” in 227 ottave nel quale riproduce fedelmente quasi l’intera Bibbia.. Fino a qualche anno fa i brani estrapolati dal poema venivano cantati durante la recita del rosario che si tiene, in alcune case del paese, nel periodo della quaresima. Purtroppo solo una piccola parte di questo poema è andata recuperata.

Altra opera conosciutissima è la celeberrima “Ottana fit Ottana anticamente” in cui si lamenta la decadenza del paese.

Giuseppe Soru, poeta analfabeta, morì ad Ottana il 12 agosto 1872.


Opere disponibili:

 

Home

indietro

© 2005 - 2008  Giuseppe Cabizzosu